In partenza per gli Stati Uniti

In questi giorni ho scoperto che telefonare dall'America è un casino: innanzitutto mi sono dovuta comprare un cellulare tri-band perchè quello che avevo io, il Samsung SGH-E700,
 

è dual-band e quindi inutilizzabile in America, dove bisogna disporre di un telefono cellulare GSM 1900, la frequenza operativa negli USA, Canada e Cile. In una parola un tri-band.

E allora, il mio nuovo cell è il Siemens SL65 ebony, mezzo nero e mezzo grigio,

 e mi piace decisamente, anche se certo il massimo per una fashion addicted (virtuale) come me sarebbe stato il Siemens SL65 Escada Denim & Diamonds griffato appunto Escada (con Swarovski, of course) che, per chi non lo sapesse, è una specie di Gucci tedesco. Il cellulare che Siemens ed Escada hanno realizzato è quanto la Citroen ha fatto con Dolce e Gabbana, per intenderci.

Cmq poi ho pensato che per Messina un cellulare fashion come quello era sprecato, e inoltre quello firmato Escada sarebbe costato 799 euro più spese di spedizione (è in limited edition e lo puoi comprare solo dal sito Escada appunto), mentre quello mio l'ho preso all'Elva sotto casa ad appena euro 199, e quei ladri di Euronics lo vendevano a 220, li ho fregati, tiè :-).

Anyway, per ritornare al discorso della Vodafone, quei LADRONI (e quando ci vuole ci vuole porca miseria!) OSANO chiedere, a me che telefonerò dall'America verso l'Italia, 2 euro di scatto alla risposta e, per il tempo successivo, 1 euro ogni 30 secondi. Stikazzi! Mandare sms, sempre dall'America verso l'Italia, mi costerà 50 centesimi, riceverne invece non mi costerà niente, e meno male và almeno questo! 🙂

Altra cosa, nel cambiare la SIM dal mio vecchio cell al nuovo, mi sono resa conto che il 70% dei numeri che mi interessavano erano memorizzati sulla memoria del cellulare e non sulla SIM, quindi sono stata un'ora a copiare e incollare i numeri dal cell alla SIM in modo che cambiando la SIM e mettendola sul nuovo cell mi comparissero tutti i numeri che volevo senza bisogno di rimemorizzarli. Chi ci ha capito qualcosa alzi la mano, cmq volevo comunicarlo al mondo, sono troppo brava! 🙂

In partenza per gli Stati Unitiultima modifica: 2005-06-27T21:57:37+02:00da psabrina
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “In partenza per gli Stati Uniti

  1. Ciao, lo so che dall’america costa tanto telefonare xchè la mia amica x adesso ha il gonzo in America e spende un bordellodi soldi ogni giorno……io ho avuto o stesso problemacon un Nuovo nokia…in effetti è un problema quando metti la Sim nel nuovo tel….io ho usato la Nokia PC suite x fare il tuo stesso lavoro…xciò ho capito quello che hai fatto||| TONY oltre ai doppini telefonici…in america se non sbaglio cambiano le prese della corrente elettrica informati!!!!!

Lascia un commento